Lo strumento per diagnosi non invasiva BIO-EXPLORER può essere impiegato nelle applicazioni di estetica per la diagnosi di:

Controllo dettagliato dei processi biochimici cellulari che accelerano l’invecchiamento del corpo: ossidativi, nitrosilanti, glicosilanti, infiammatori. I processi vengono esaminati in ciascuna parte del corpo, comprese le aree cerebro-spinali.

Blocco del processo del ricambio ad opera di neurotrasmettitori inibitori espressi in conseguenza della somatizzazione di un trauma in area cerebrale. Le proteine addette alla distruzione delle cellule invecchiate sono bloccate, mentre i processi mitotici sono attivi. La conseguenza, non rara, di una simile situazione, è il progressivo ingrossamento dell’individuo interessato. La tendenza bulimica ed anoressica può facilmente essere identificata individuando i rispettivi markers nelle aree cerebrali dove sono espressi in modo patologico.

Individuazione della presenza di virus, batteri, funghi, parassiti ed altro sulla pelle, nonché le cause del blocco delle difese immunitarie che ha portato alla manifestazione patologica.

Consulta la sezione Dermatologia per ulteriori approfondimenti.

Una notevole percentuale di persone è infestata da parassiti nel digerente, con ricadute anche sulla pelle, oltre a pruriti, gonfiori, ritenzione di liquidi, etc.. Allergie ed intolleranze sono spesso legate ai parassiti presenti nel colon o intestino tenue. Il BIO-EXPLORER individua con alto livello di affidabilità la presenza di parassiti di ogni tipo, sostanze chimiche respirate, nonché allergie ed intolleranze alimentari.

Al di là dei pesanti danni per l’organismo, l’alcol e le droghe in generale portano a ripercussioni sulla pelle, espressione del viso, rughe, etc. Lo strumento può individuare anche minime quantità ingerite.

La somatizzazione di traumi psichici di ogni tipo può essere individuata per eliminare le conseguenze anche dal punto di vista estetico: sguardo, tono generale, portamento, contrazioni muscolari, etc. Il BIO-EXPLORER può individuare la presenza di traumi in ogni area cerebrale ed aiutare a rimuoverli con adeguata terapia in grado di disattivare i gruppi neuronali coinvolti nella somatizzazione del trauma vissuto.

Lo strumento può simulare la terapia proposta, e verificarne l’efficacia senza la somministrazione delle sostanze al paziente.