Adenocarcinoma polmonare

Ad un uomo di 60 anni viene diagnosticato un adenocarcinoma polmonare. Conosce le leggi biologiche, per cui sa che ci deve essere qualche evento emotivo importante che ha generato ciò, anche se non riesce a capire quale è stato il conflitto. Ha, però, l’idea che è legato alla paura, per cui mi racconta di quanto lui sia una persona timida e paurosa, estremamente cauta ed indecisa, ecc. (la coscienza estesa che cerca di trovare una giustificazione...). Di fatto è una persona che conduce una vita regolare, è felicemente sposato con figli, è amante dello sport all’aria aperta, non presenta alcun fattore di rischio, soprattutto non è fumatore... Gli alveoli polmonari, di derivazione endodermica, sono strettamente legati con la funzione respiratoria, ovvero con l’assunzione del “boccone” aria, il boccone senza il quale nel giro di pochissimo tempo l’organismo muore. Il contenuto del conflitto biologico che interessa gli alveoli, quindi, è quella della paura di morire, come quando manca l’aria. Dalla clinica sappiamo anche che quando si forma un solo nodulo polmonare, il conflitto è legato alla paura che qualcun altro muoia, non se stessi. Nella storia di quest’uomo era successo che un anno e mezzo prima suo figlio aveva fatto un incidente in macchina, particolarmente grave: la macchina andò distrutta, anche lui ne uscì miracolosamente illeso. Egli, in quella circostanza, ebbe effettivamente uno shock e quando ne parlammo lo raccontò effettivamente come un trauma nella sua vita, ma la cosa curiosa era che il figlio era uscito illeso e la faccenda, per lui, era passata. Ma fu incredibilmente toccato quando poté riconoscere di “sentire” ancora oggi la stessa paura ogniqualvolta il foglio fosse lontano da lui in macchina, cosa che succedeva praticamente ogni giorno! Il binario conflittuale si riattivava continuamente, anche se, durante la giornata, la sua coscienza autobiografica cercava di giustificare e rassicurare tale paura profonda. Tra l’altro, lui stesso, intorno ai vent’anni rischiò di morire per un incidente in macchina e lui stesso perse il proprio padre quand’era piccolo a causa di un incidente in macchina: l’incidente stesso del figlio, quindi, era la riattivazione di un binario molto antico.